Se dovessimo consigliare il modo migliore per godere delle bellezze del Cilento non avremmo dubbi: esplorare i boschi, attraversare i borghi, andare a caccia di panorami sulle falesie a picco sul mare può essere fatto solo passeggiando e lasciandosi rapire dai paesaggi che ci circondano.

GET Cultnatura_Rofrano_Palinuro_trekking_porto_mare_cilento_fortino

Negli ultimi anni sono nate tante associazioni di appassionati, che si sono aggiunte a quelle storiche che calcano i sentieri del Parco Nazionale ormai da anni. Spesso nei nostri articoli vi abbiamo raccontato delle nostre passeggiate e della passione degli operatori del settore.

In uno dei fine settimana estivi ci siamo aggregati ai ragazzi del Gruppo Escursionistico Trekking di Rofrano che per festeggiare la XVIII edizione della Festa dell’escursionismo della regione Campania hanno organizzato una due giorni di trekking alla quale sono state invitate tante associazioni oltre a tutti gli appassionati della “camminata”.

Il ritrovo era fissato alle ore 9:00 presso il porto di Palinuro e, dopo un briefing iniziale nel quale Carlo ci ha descritto il percorso, abbiamo iniziato a risalire il sentiero molto comodo e ben segnalato.

GET Cultnatura_Rofrano_Palinuro_trekking_porto_mare_cilento

Il circuito che abbiamo percorso è in realtà la parte finale di un percorso più ampio denominato il Sentiero della Primula. Lungo tale itinerario è possibile ammirare la Primula Palinuri, specie simbolo del Parco Nazionale del Cilento del Vallo di Diano e degli Alburni.

La parte finale sulla quale ci siamo concentrati viene comunemente denominata “la passeggiata delle torri e dei fortini” perché sono tante le strutture di questo tipo che si incontrano durante l’escursione.

GET Cultnatura_Rofrano_Palinuro_trekking_porto_mare_cilento_sentieri

Ci siamo incamminati lungo il sentiero che segue il perimetro del promontorio di Capo Palinuro che si sporge verso il mare come a volercisi tuffare dentro.

GET Cultnatura_Rofrano_Palinuro_trekking_porto

La prima fortificazione che abbiamo incontrato è un fortino risalente ai primi anni dell’800 che domina il mare dall’omonima punta (punta del fortino). Questa posizione difensiva permetteva di controllare da un lato l’insenatura del porto e dall’altro la costa che si estende a Sud di Palinuro.

GET Cultnatura_Rofrano_Palinuro_trekking_mare_cilento_fortino_porto

Affacciandosi sul mare è possibile vedere nettamente la Grotta Azzurra ed il viavai di barche che mostrano ai turisti gli splendidi colori di un altro simbolo della nostra terra.

GET Cultnatura_Rofrano_Palinuro_trekking_porto_mare_cilento_grotta azzurra

Per chi viene nel Cilento la gita in barca lungo la costa per visitare le tante grotte è assolutamente irrinunciabile e se ne avrete voglia, una volta finito il percorso, noi vi consigliamo di concludere la giornata proprio con una escursione marina.

Continuiamo a salire fino ad incontrare la strada che collega il centro abitato di Palinuro al faro che campeggia proprio sulla parte più alta del promontorio. Il faro ha una storia nobile alle spalle, era infatti uno dei più importanti e tecnologicamente avanzati d’Italia, oltre che quello collocato ad una quota più elevata rispetto ai suoi omologhi italiani.

GET Cultnatura_Rofrano_Palinuro_trekking_mare_cilento_osservatorio

Proprio di fronte al faro si colloca “Punta Spartivento“. Luogo simbolo del promontorio di Palinuro e ben conosciuto dai marinai che frequentano queste acque perchè sanno di dover affrontare questo passaggio sempre con la massima cautela.

Abbiamo continuato la nostra passeggiata dirigendoci verso “torre di Cala Fetente“, al di sotto della quale è possibile ammirare la finestrella, un altro dei simboli di questo Paradiso, sicuramente tra i più gettonati dagli amanti della fotografia.

GET Cultnatura_Rofrano_Palinuro_trekking_porto_mare_cilento_cala

GET Cultnatura_Rofrano_Palinuro_trekking_mare_cilento_architiello

Tornando sui nostri passi ci è stato possibile fare una visita ad un altro dei fortini che popolano il promontorio, in particolare il “Fortino Monte d’Oro” che i più attenti riconosceranno in una delle scene del film Noi Credevamo del maestro Mario Martone.

Palinuro_trekking_porto_mare_cilento_fortino

Dopo un passaggio sulle mura di cinta del fortino e qualche scatto nella pancia della piccola costruzione in pietra, abbiamo iniziato la discesa per tornare al porto di Palinuro dove ci aspettavano le barche per concludere a passeggiata con una gita nel blu più intenso.

Palinuro_trekking_porto_mare_cilento_gita_barca

Testi e foto di Raffaele Lia