Il profilo di Laurito è inconfondibile. Si stirnicchia (distende come appena sveglio) su colline dolci racchiuso tra il verde chiaro dei castagni a monte e quello più intenso degli uliveti a valle.

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

Pur non essendo situato a quote molto elevate (poco meno di 500 metri sul livello del mare) il borgo è in una posizione particolarmente felice dal punto di vista panoramico: domina, infatti, tutta la valle del Mingardo chiusa dal Monte Bulgheria, alle spalle del quale fanno capolino i golfi di Policastro e di Palinuro.

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

Fino a qualche anno fa (potremmo dire decenni ma ci sentiremmo un po’ vecchi) percorrere la Statale 18 provenendo da Salerno era il modo più utilizzato per raggiungere le Calabrie. Data la bellezza dei posti molti viaggiatori, soprattutto gli autotrasportatori, sceglievano i paesi del Cilento per una sosta rigenerante. Tra questi, uno dei più frequentati dai viandanti era proprio Laurito, dove si potevano trovare diverse locande in cui rifocillarsi e passare la notte. Naturalmente dall’apertura dell’autostrada A3 in poi il traffico si è spostato, i clienti sono diminuiti e molte delle locande storiche hanno chiuso i battenti. Ma passando per Laurito non vi sarà difficile ritrovare la naturale accoglienza dei suoi abitanti.

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

In qualsiasi momento decidiate di visitare Laurito, vi assicuriamo che troverete almeno una luce accesa pronta ad accogliervi e qualche valoroso al bar disposto ad offrirvi un caffè. Seguiteci per i vicoletti che si diramano a partire dalla piazza principale, sormontata dalla Chiesa Madre di San Giovanni Battista, non avrete difficoltà ad individuarla.

Chiesa_San_Giovanni_Laurito

Tra i vari slarghi e le piazzette che si incontrano percorrendo i vicoletti, merita una menzione speciale largo Piazzieri. Prendetevi 10 minuti per rilassarvi seduti nella piazzetta e godetevi il blu intenso dei vasi che compongono la “Fontana Quando Piove”, installazione dell’artista Ugo Marano.

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

Quando sarete sazi dei vicoletti tornate sul corso principale e godetevi la passeggiata tra i portoni in pietra e gli antichi palazzi che incontrerete lungo il cammino. In particolare, fate una sosta al Palazzo Baronale e se sarete così fortunati da trovare il portone aperto sbirciate all’interno… Ne vale sicuramente la pena!

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

Imboccate nuovamente il corso e mettetevi alla ricerca della Chiesa di San Filippo d’Agira, patrono di Laurito. Nella Chiesa a lui dedicata si conserva il vero tesoro di questo borgo: degli affreschi risalenti al XV secolo perfettamente conservati, che raccontano varie scene sacre. Di particolare interesse la raffigurazione della Natività assistita, in quanto tale immagine è poi completamente scomparsa dall’arte occidentale a partire dal XVI sec.

Comune di Laurito (SA) - foto di Francesco Botte

Comune di Laurito (SA) – foto di Francesco Botte

A questo punto è ora di sgranchirsi un po’ le gambe e di salire nella parte “alta” del paese, dove troverete la piccola chiesa della Madonna del Carmine, fondata nel 1618.

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

Come avete visto Laurito non è solo ospitale, ma anche molto interessante da visitare… Però se non volete andare via a stomaco vuoto (e non crediamo proprio sia il caso) ci sono moltissimi luoghi dove fare una sosta, ve ne parleremo al più presto!

Comune di Laurito (SA)

Comune di Laurito (SA)

Buona passeggiata!